Gli avvocati della Francia online!


Azione di usucapione: il riconoscimento della proprietà immobiliare da prescrizione


I nostri volontari rispondere direttamente online

L'usucapione o prescrizione acquisitiva è un modo per il proprietario di un immobile di acquisirne la proprietà."Prescrizione acquisitiva è un modo per acquisire una proprietà o un diritto per effetto del possesso, senza il ricorrente di essere obbligati a portare indietro di un titolo o di opporsi l'eccezione dedotta in cattiva fede"Inoltre, la sezione del codice stesso prevede che:"la proprietà è acquisita anche con l'adesione o costituzione, e dalla prescrizione". Così, l'usucapione è uno dei vari modi in cui si acquisisce la proprietà di beni mobili o immobili. Tuttavia, va sottolineato che la prescrizione acquisitiva immobiliare è soggetto a una serie di condizioni per essere in grado di essere efficace. Prima di tutto, l'articolo del codice civile prevede che:"al fine di essere in grado di prescrivere, è necessario essere in possesso". Il possesso è l'esercizio di un potere fisico su una cosa del genere, e presuppone l'esistenza di due elementi costitutivi, in particolare: - il corpus che si riferisce al materiale per gli atti compiuti sulla cosa, come quelle che si sarebbe chiesto di compilare un proprietario - animus, che si riferisce al fatto di possedere una cosa comportandosi come il vero proprietario della cosa. Così, l'animus esclude l'inquilino, che non possiedono la proprietà di locazione il proprietario. In presenza di tali elementi, l'articolo del codice civile sopra citato, prevede che il possesso ha tutte le caratteristiche di possesso utile, che richiede il possesso di: - inequivocabile, e come il proprietario (nessun dubbio sull'origine e le modalità di possesso come il vero proprietario). Questo carattere inequivocabilmente è una condizione necessaria il possesso, in quanto restituisce all'animus. In pratica, c'è l'abitudine di scrivere un atto da un notaio, dice"affidavit", permettendo di vedere che i personaggi di possesso sono ben riempito, ma questo non è obbligatorio. Inoltre, in materia di usucapione di beni immobili, il Codice civile richiede che la proprietà ha una durata di trenta anni.

Tuttavia, questo periodo di trent'anni, può essere ridotto a dieci anni, per un periodo conosciuto come"corti", solo se il proprietario ha due ulteriori condizioni, come ad esempio: - un solo titolo (un titolo che sarebbe stato in grado di trasferire la proprietà dell'immobile se fosse il vero proprietario).

In aggiunta a questi prerequisiti, l'acquisizione della proprietà da prescrizione richiede necessariamente un'azione di usucapione, per mezzo dell'avvocato del proprietario, prima che il presidente del tribunal de grande instance per essere riconosciuto come tale e a produrre tutti i suoi effetti. In effetto, la legge non consente al possessore che soddisfa le condizioni di usucapione di diventare il proprietario di pieno diritto. Concretamente, il termine di prescrizione richiamato ottenere una sentenza che dichiara l'esistenza di usucapione. Se applicabile, la sentenza sarà pubblicata per la conservazione delle ipoteche, che sono un atto autentico, e forse essere in grado di vendere la proprietà, come il proprietario riconosciuto. Su un caso per caso, saranno i giudici a vedere o meno l'esistenza della proprietà acquisite per usucapione. A questo proposito, il tre ottobre, la Corte di cassazione ha statuito che:"dopo aver abilmente scelto che e' stato un risultato delle attestazioni prodotte prove che gli atti di possesso invocata Mr X era stato fatto per più di trent'anni con il desiderio di essere l'unico proprietario, la corte di appello, che non era necessaria per condurre una ricerca che i suoi risultati sono inoperanti, ha, da questi solo per motivi giuridicamente giustificato la sua decisione"(Cass. Civ. Inoltre, per quanto riguarda le prove di usucapione, è chiaro da una sentenza della Corte di cassazione di quattordici gennaio, che l'atto di riconoscimento acquisitiva di un edificio non è sufficiente a provare l'usucapione e richiede la prova dell'usucapione in tutti i suoi elementi, come esposto in precedenza (Cass, Civ III, quattordici gennaio, n°-). Inoltre, va notato che l'usucapione può essere concesso al titolare di interesse, coerede di una proprietà immobiliare."La quota può essere richiesto, anche quando uno dei indivisa co-proprietari goduto separatamente, in tutto o in parte della proprietà indivisa, se non c'è stato alcun atto di condivisione, o in possesso di sufficienti ad acquisire la prescrizione". In altre parole, la quota di proprietà indivisa di successione non è più possibile se uno dei comproprietari ha tutte le caratteristiche di"possesso sufficiente per acquisire la prescrizione". È possibile, dunque, per il titolare di interesse, per acquisire da usucapione tutta la proprietà della tenuta. A questo proposito, è giurisprudenza costante che il partito intende acquisire a titolo di proprietà-il proprietario deve provare tutti gli elementi costitutivi dell'usucapione e, in particolare, che ha in esclusiva e in modo inequivocabile proprietà indivisa (Cass, Civ, I, dieci dicembre Cass. III, cinque maggio, n°-). Inoltre, la sentenza della Corte di cassazione del tre ottobre sopra citato è un esempio di applicazione del meccanismo dell'usucapione per il proprietario, affermando che:"gli atti di possesso invocata Mr X era stato fatto per più di trent'anni con il desiderio di essere l'unico ed esclusivo proprietario". In termini di proprietà, solo la prescrizione acquisitiva di trent'anni è applicabile dal momento che il periodo di prescrizione abbreviata per dieci anni, e richiede una discreta titolo, è esclusa nel caso di un unico immobile. Infine, questo riconoscimento di proprietà, avrà un effetto retroattivo dal momento che l'origine del possesso, il che significa che tutti gli atti dell'ex proprietario deve essere considerato come fatto dal vero proprietario, dall'inizio del possesso. Richiedi gratuitamente qualsiasi domanda sulle nostre legal forum. Avvocato contenzioso ed insegnanti, questo blog contiene più di. sei centinaio di articoli giuridici per condividere le mie conoscenze e la mia passione per il diritto.